SPEDIZIONI GRATUITE SOPRA I 50€ DI SPESA

s
i nostri libri

Catalogo

Giocattoli dell’anima

16,00

Pagine: 250

Anno: 2024

 

 

Il libro racchiude i Viaggi Animici Sublimi dell’anima dell’Artista. Con invelocità vorticosa, essa segue le coordinate della matematica Sublime, inventata dallo stesso autore e capace di eseguire la sintesi di un qualsiasi argomento.

L’anima che può muoversi in tutte le direzioni trova nel suo volo astorico nel non spazio dell’anticosmo antimaterico la visione di sintesi che appare in un eterno presente che da sé esclude il tempo presente, futuro e passato.

COD: 9788895561882 Categoria:

Umberto Storti

Umberto Storti è nato a Gallarate il 18 luglio 1953; opera come pittore a Ferno (VA). È stato un musicista, tra i più raffinati batteristi jazz. La sua grande anima è evoluta attraverso la sofferenza pura, la quale gli ha fatto dono della possibilità di accedere ai salotti cristallici Divini, contenenti l’edetica di qualsiasi argomento. La musica non lo ha mai abbandonato, il suono delle sfere è tutt’ora presente in lui e si manifesta nelle Arti pittoriche e in quelle dialettiche. L’Artista continua a comporre - o, meglio, a scomporre - mantenendo contigui stalli cosmici nei quali prendere i significati dell’Assoluto. Lo sforzo di fermare il buco nero della conoscenza è Titanico, drammatico ed entusiasmante allo stesso tempo. Esso non è altro che l’espressione dell’amore puro

Descrizione

Il libro racchiude i Viaggi Animici Sublimi dell’anima dell’Artista. Con invelocità vorticosa, essa segue le coordinate della matematica Sublime, inventata dallo stesso autore e capace di eseguire la sintesi di un qualsiasi argomento.

L’anima che può muoversi in tutte le direzioni trova nel suo volo astorico nel non spazio dell’anticosmo antimaterico la visione di sintesi che appare in un eterno presente che da sé esclude il tempo presente, futuro e passato.

E che si cristallizza in teatri cosmici che, con virgulti nascenti, tatuano nell’anima stessa la formula matematica che cela la verità nascosta sotto il velo dell’allegoria. Ai lettori la piena libertà di scoprire nelle seguenti formule i vari argomenti trattati nei singoli capitoli e riscoprire – come in una caccia al tesoro – la mappa, dialetticamente indicata con metaforiche sintattiche poetiche, a volte abbastanza suggestive da assumere un aspetto fiabesco