SPEDIZIONI GRATUITE SOPRA I 50€ DI SPESA

s
i nostri libri

Catalogo

I Gelsomini Imbavagliati

14,00

Prefazione: Diego Fusaro

Pagine: 94

Anno: 2023

 

Lockdown 2020. In un mondo prigioniero e in frantumi Vito D’Onghia rilegge la realtà osservandola su piani diversi, tenuti uniti dall’asse della memoria. Dieci racconti brevi, nei quali in mezzo al caos si ritrova l’ordine e l’unità della Storia e delle storie di ognuno.
Non c’è azione violenta, naturale o umana, che possa cancellare l’Io profondo di ognuno, anche quando alla dissoluzione di tutto sembra non esservi più rimedio.
Al di là delle distanze nel tempo e nello spazio, il filo invisibile che tiene unità l’umanità in ogni suo componente è chiaramente visibile, soprattutto nei momenti culminanti dell’esistenza.
Storie di sconfitte, nelle quali la luce non si spegne mai del tutto e rimane l’unico faro presente in una notte che va attraversata tutta, fino alle prime luci dell’alba, quando il disegno intravisto nel buio e nel dolore adesso risplende in tutta la sua giovane bellezza e viene attraversato da uno sguardo nuovo.

COD: 9788895561233 Categorie: , ,

Vito D Onghia

Vito D’Onghia nasce a Torino nel 1991. Si cimenta fin da adolescente nella scrittura e coltiva con passione varie discipline, tra le quali le arti marziali, lo studio delle lingue orientali e la recitazione, che lo porterà a calcare le scene in alcuni teatri italiani. Si laurea in Letteratura cinese alla Sapienza di Roma, ed attualmente è docente di lingua cinese presso il liceo classico linguistico Carlo Botta di Ivrea.

Al di là delle distanze nel tempo e nello spazio, il filo invisibile che tiene unità l'umanità in ogni suo componente è chiaramente visibile, soprattutto nei momenti culminanti dell'esistenza. Storie di sconfitte, nelle quali la luce non si spegne mai del tutto e rimane l'unico faro presente in una notte che va attraversata tutta, fino alle prime luci dell'alba, quando il disegno intravisto nel buio e nel dolore adesso risplende in tutta la sua giovane bellezza e viene attraversato da uno sguardo nuovo.

Descrizione

Il libro che il lettore stringe tra le mani è un libro di vita vissuta: uno di quelli che maturano dall’esperienza fatta dal soggetto. Più precisamente, è il risultato mediato dalla riflessione dell’esperienza drammatica degli anni durissimi della pandemia legata al COVID-19. Non una riflessione medico-scientifica su cosa è stata la pandemia, bensì un’esperienza di vita vissuta, legata al come è stata esperita la pandemia, al come ha impattato sulla vita del soggetto che la racconta.

Dalla prefazione di Diego Fusaro